skip to Main Content
Circ.ne Clodia, 88 - 00195 Roma (RM) +39 06 39722933 info@studio-code.it
Pace Fiscale

Pace fiscale: tutto quello che c’è da sapere

Il Decreto Sostegni, con tutte le misure previste per aiutare le imprese e i professionisti italiani, è ormai legge ed è importante chiarito alcuni importanti aspetti della cosiddetta Pace fiscale. Tra i provvedimenti più attesi del Decreto Sostegni vi è stato, come abbiamo già anticipato, l’azzeramento delle cartelle con un importo inferiore ai cinquemila euro, ma non solo.

La pace fiscale prevista dal Governo mira a cancellare molti dei debiti con il fisco che gravano sulle finanze delle famiglie e dei professionisti italiani. Non tutti di questi debiti verranno però cancellati, in quanto resteranno da regolarizzare quelli relativi ai danni erariali, quelli per il recupero di aiuti di Stato e, infine, quelli relativi alle multe stradali. Per conoscere nel dettaglio lo stato della propria posizione fiscale è possibile accedere tramite identità digitale all’apposita sezione del sito Agenzia delle Entrate – Riscossione.

Le novità della pace fiscale 2021

L’azzeramento delle cartelle e la definizione agevolata

La pace fiscale 2021 prevede quindi la completa cancellazione delle cartelle con un importo inferiore a 5000€, ma solamente per quelle rientranti nel decennio che va dal 2000 al 2010. Vi è inoltre un altro requisito: la cancellazione è rivolta solo a quelle cartelle esattoriali di contribuenti che, nel 2019, hanno dichiarato un reddito non superiore ai trentamila euro.

La seconda novità presente nella pace fiscale prevista dal Decreto Sostegni vi è la definizione agevolata di tutte le comunicazioni di irregolarità che sono state segnalate in merito alle dichiarazioni degli anni 2017 e 2018.

I termini di versamento

Nel Decreto Sostegni, modificando l’articolo 68 del Decreto Legge Cura Italia, è stata ulteriormente prorogata la data di scadenza per il pagamento dei versamenti sospesi. I nuovi termini di pagamento, derivati dalle cartelle, gli accertamenti (esecutivi, doganali e degli enti locali) e le ingiunzioni fiscali, che scadevano originariamente tra l’8 marzo e il 31 maggio 2020, sono ora prorogati al 30 aprile 2021. Il saldo di questi versamenti sospesi deve essere svolto in un’unica soluzione ed entro la fine del mese successivo, quindi entro il 31 maggio 2021.

Saldo e Stralcio e Rottamazione ter

Altro tema caldo presente nella pace fiscale 2021 del Decreto Sostegni è la proroga del pagamento di alcune rate delle cartelle Saldo e Stralcio e quelle Rottamazione ter. Per questi versamenti si può regolarizzare la propria posizione, senza alcun tipo di conseguenza, entro il 31 luglio 2021 per le rate in scadenza il 28 febbraio, il 31 marzo, il 31 maggio, il 31 luglio e il 30 novembre 2020 ed entro il 30 novembre 2021 per le rate che sono scadute il 28 febbraio e il 31 marzo 2021 e quelle che scadranno il 31 maggio e il 31 luglio 2021. Per tutte queste rate vi è poi anche un’ulteriore “cuscinetto” di cinque giorni successivi alla scadenza entro i quali regolarizzare il pagamento senza perdere il beneficio previsto dalla pace fiscale.

Avvisi bonari imposte dirette e IVA

Per tutti gli operatori economici che nel 2020 hanno registrato una perdita superiore del 30% del proprio giro d’affari è prevista una definizione agevolata che riduce sensibilmente le sanzioni e le somme aggiuntive annesse agli avvisi bonari. Restano invece da regolarizzare gli importi degli interessi, dei contributi previdenziali e delle imposte.

Per maggiori chiarimenti e per ricevere assistenza su casi particolari, l’Agenzia delle Entrate ha pubblicato un’apposita FAQ di 18 domande e risposte con le quali risponde alle questioni “più frequenti sulle misure introdotte in materia di riscossione dai provvedimenti legislativi emanati nel periodo di emergenza sanitaria Covid-19”.

Questo articolo ha 0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Cerca

Gentile Utente, ti avvisiamo che il nostro sito utilizza, oltre a cookie tecnici, anche cookie di profilazione propri e di terze parti. Ti preghiamo di leggere attentamente la nostra informativa estesa, ove ti forniamo indicazioni sull’uso dei cookie e ti viene data la possibilità di negare il consenso alla loro installazione ovvero di scegliere quali specifici cookie autorizzare. Per maggiori informazioni consulta l’informativa privacy.