skip to Main Content
Circ.ne Clodia, 88 - 00195 Roma (RM) +39 06 39722933 info@studio-code.it
Legge Bilancio 2021

Legge di Bilancio 2021: ecco cosa cambia

Con l’approvazione in Gazzetta Ufficiale è diventata operativa la legge di bilancio 2021. Questo è una sorta di bilancio dello Stato con il quale il governo comunica le entrate e le uscite previste per quell’anno. tali previsioni si fondano sulle misure prese per incentivare l’economia e rispondere alle esigenze del Paese. La legge di bilancio 2021 era particolarmente attesa per comprendere come sarà, dal punto di vista fiscale, il nuovo anno, con tutte le sfide e le criticità che lo contraddistingueranno.

Le novità della legge di bilancio 2021

Facciamo quindi un punto della situazione sulle principali novità della legge di bilancio 2021, Sono più di mille i commi presenti in questa legge le cui misure spaziano in diversi campi, tra cui:

  • famiglia;
  • giovani e lavoro;
  • lavoro dipendente;
  • lavoratori autonomi e partite IVA;
  • trasporti;
  • bonus e incentivi.

Vediamo più nel dettaglio le sei novità più rilevanti per il 2021.

I 6 punti chiave della legge di bilancio 2021

Famiglia

Il tema “famiglie” è tra quelli sempre più scottanti all’interno della legge di bilancio e anche per quella del 2021 sono diversi gli strumenti previsti. Per il sostegno delle famiglie italiane è stato previsa l’introduzione del cosiddetto assegno unico. Si tratta di un contributo composto da una quota minima uguale per tutti e una variabile in base all’ISEE. Con la legge di bilancio 2021 l’assegno unico è esteso anche agli incapienti e agli autonomi. Sempre in ambito familiare viene esteso il congedo di paternità, che arriva fino a dieci giorni. Questi riguardano tutti i papà che hanno un figlio o lo adottano e potranno astenersi dal lavoro senza rinunciare alla loro retribuzione. Parallelamente è stato anche rifinanziato il cosiddetto Bonus bebè (un contributo per il primo anno di vita del bambino) e il Bonus asilo nido per le famiglie con reddito basso che vogliono mandare i propri figli all’asilo nido.

Giovani e lavoro

Per provare a incentivare le nuove assunzioni sono annullati per 36 mesi i versamenti dei contributi per i nuovi assunti. Queste riguardano le assunzioni dei ragazzi che hanno un età non superiore ai 35 anni e riguarda tutte le imprese che operano sul territorio italiano.

Lavoro dipendente

Per i lavoratori con un contratto da dipendente è previsto il blocco dei licenziamenti fino alla fine di marzo 2021 e la proroga della cassa integrazione. Questa può essere usufruita fino a marzo per altre dodici settimane delle quali la cassa integrazione ordinaria riguarderà i primi tre mesi dell’anno, mentre quella in deroga per i primi sei mesi. Sono infine prorogate anche le misure Opzione Donna e Ape Social per il pensionamento anticipato di donne e lavoratori di specifiche categorie professionali.

Lavoratori autonomi e Partita IVA

Tra le misure della legge di bilancio 2021 troviamo anche quelle a sostegno dei lavoratori autonomi e delle partite IVA. La legge prevede l’erogazione di un importo mensile che va da un minimo di 250€ a un massimo di 800€ per coloro che ne fanno richiesta e sono in possesso di specifici requisiti. Rientrano nella misura i lavoratori iscritti alla gestione separata, che non sono titolari di un trattamento previdenziale diretto, non percepiscono il reddito di cittadinanza, hanno avuto nell’anno precedente un reddito inferiore a 8145€ e hanno registrato una riduzione dei redditi di almeno il 50%.

Trasporti

Nel settore dei trasporti sono stati previsti diversi incentivi. Tra i più attesi c’è il Bonus auto che riguarda un’estensione degli ecobonus già attivi lo scorso anno con una ridefinizione delle modalità di accesso. Ora si potrà ottenere l’incentivo per l’acquisto di auto Euro 6 o per quelle ad alimentazione ibrida o elettrica. In quest’ultimo caso l’incentivo riguarda tutto il 2021, mentre per le auto Euro 6 la misura è attiva per i primi sei mesi dell’anno e solamente a fronte della rottamazione di un veicolo di almeno dieci anni.

Bonus e incentivi

È particolarmente ricco e articolato il settore dei bonus e degli incentivi. Tra i principali troviamo l’estensione del Superbonus del 110% anche a tutto il 2022 così come il rifinanziamento del bonus mobili (detrazione del 50% per l’acquisto di mobili per una ristrutturazione edilizia). Una novità di quest’anno è il cosiddetto Bonus idrico che prevede un incentivo di 1000€ per le famiglie (o di 5000€ per gli esercizi pubblici) per la sostituzione di rubinetti e sanitari che permettano di ottenere un risparmio d’acqua. Per le famiglie con ISEE inferiore ai 10000€ è previsto anche un Bonus occhiali e lenti progressive per l’acquisto di dispositivi di ausilio per la vista. Abbiamo già avuto modo di parlare del Bonus TV al quale si aggiunge anche il Bonus bici cargo (credito d’imposta fino al 30% per l’acquisto di biciclette dotate di cassone o cesto).

Questo articolo ha 0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

×Close search
Cerca

Gentile Utente, ti avvisiamo che il nostro sito utilizza, oltre a cookie tecnici, anche cookie di profilazione propri e di terze parti. Ti preghiamo di leggere attentamente la nostra informativa estesa, ove ti forniamo indicazioni sull’uso dei cookie e ti viene data la possibilità di negare il consenso alla loro installazione ovvero di scegliere quali specifici cookie autorizzare. Per maggiori informazioni consulta l’informativa privacy.