skip to Main Content
Circ.ne Clodia, 88 - 00195 Roma (RM) +39 06 39722933 info@studio-code.it
Certificato Medico Sportivo: Quando è Obbligatorio

Certificato medico sportivo: quando è obbligatorio

Quando si inizia una nuova attività sportiva uno degli elementi importanti da gestire è quelle relativo al proprio stato di salute. Esso deve essere confermato da un apposito certificato medico sportivo, che va presentato al momento dell’iscrizione presso una palestra o qualsiasi centro atletico. Conoscere la normativa vigente sull’obbligo del certificato medico sportivo non è importante solamente per i genitori dei ragazzi interessati a praticare una determinata disciplina, ma anche ai responsabili di ASD e SSD che devono fornire indicazioni utili ai propri iscritti.

Quando è obbligatorio il certificato medico sportivo

Non per tutte le attività fisico-sportive è obbligatorio presentare l’apposito certificato. Le linee guida in materia di certificati medici per l’attività sportiva non agonistica emanate dal Ministero della Salute, distinguono tre diverse tipologie di attività: quella non agonistica. quella agonistica e quella ludico-motoria. Vediamo nel dettaglio quali sono le caratteristiche di ciascuna di queste attività e quando è obbligatorio il certificato medico sportivo e quando non lo è.

L’attività non agonistica

L’attività sportiva non agonistica è quel tipo di attività svolta da tesserati iscritti presso società e associazioni sportive affiliate alle Federazioni nazionali o a Discipline associati per eventi organizzati dal CONI. Rientrano in questa categoria anche gli enti scolastici che organizzano attività parascolastiche e gli Enti di promozione sportiva che sono stati riconosciuti dal CONI. In tutti questi casi i tesserati che svolgono attività sportiva (quindi non i dirigenti) devono presentare il certificato medico. Il certificato ha validità di un anno ed è a pagamento. Il certificato medico sportivo per attività non agonistica prevede la misurazione della pressione, l’elettrocardiogramma a riposo e un’anamnesi generale della condizione dell’atleta. Può essere rilasciato dal medico di base, dal pediatra o da uno specialista in medicina sportiva.

L’attività agonistica

Per attività agonistica si intende quella disciplina praticata in maniera regolare e continuativa con partecipazione a eventi e gare, svolta come tesserato di un Ente o Federazione sportiva riconosciuta dal CONI. In questo caso il certificato medico sportivo è obbligatorio e deve essere esclusivamente rilasciato da uno specialista. Per il rilascio del certificato devono essere svolti esami approfonditi, come l’elettrocardiogramma sotto sforzo, la spirometria e il test visivo, utili sia ad assicurarsi dello stato di salute generale dell’atleta sia a verificare la presenza dei requisiti per svolgere quel determinato tipo di disciplina.

L’attività ludico-motoria

Per attività ludico-motoria si intende l’attività svolta da soggetti o gruppi che non sono tesserati con le Federazioni sportive nazionali. Rientrano in questa categoria coloro che praticano sport individualmente (chi va in piscina, chi va in palestra, eccetera) e anche coloro che si iscrivono a Enti di promozione sportiva, anche riconosciuta dal CONI, per un’attività che ha lo scopo di raggiungere e mantenere un adeguato livello di benessere psico-fisico. Per tutti questi casi il certificato medico sportivo, per legge, non è obbligatorio. Può capitare che alcuni enti possano richiederlo, sia come assicurazione che come prevenzione. Per ottenere il certificato medico sportivo bisogna in questi casi rivolgersi al proprio medico di base (o a uno specialista dedicato) con procedure, tempi e costi che possono variare da Regione a Regione.

Questo articolo ha 0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

×Close search
Cerca

Gentile Utente, ti avvisiamo che il nostro sito utilizza, oltre a cookie tecnici, anche cookie di profilazione propri e di terze parti. Ti preghiamo di leggere attentamente la nostra informativa estesa, ove ti forniamo indicazioni sull’uso dei cookie e ti viene data la possibilità di negare il consenso alla loro installazione ovvero di scegliere quali specifici cookie autorizzare. Per maggiori informazioni consulta l’informativa privacy.