skip to Main Content
Circ.ne Clodia, 88 - 00195 Roma (RM) +39 06 39722933 info@studio-code.it
Bonus Erogazioni Liberali 2022

Bonus erogazioni liberali 2022 per i lavori sugli impianti sportivi pubblici

Il Dipartimento per lo Sport ha pubblicato l’elenco completo dei soggetti che hanno effettuato delle erogazioni liberali in denaro per interventi su degli impianti sportivi pubblici e che per questo possono rientrare nello Sport Bonus 2022. Oltre a segnalare l’elenco dei 191 soggetti che sono autorizzati al credito d’imposta (con indicazione dell’importo della liberalità erogata e del credito d’imposta assegnato per ciascuno di essi) l’occasione è utile per ricordare le regole in vigore per il Bonus Sport 2022 sulle erogazioni liberali in vista della nuova finestra del prossimo 15 ottobre durante la quale potranno essere inviate le nuove domande.

Le regole del Bonus Sport erogazioni liberali 2022

Le agevolazioni fiscali previste per le erogazioni liberali sono state confermate anche per il 2022 dalla Legge di Bilancio. La legge stabilisce che viene concesso un credito d’imposta del 65% delle erogazioni effettuate per gli interventi di manutenzione e restauro di impianti sportivi pubblici e/o per la realizzazione di nuove strutture pubbliche a uso sportivo. È opportuno precisare che tale agevolazione è rivolta esclusivamente nei confronti dei soggetti che sono titolari di reddito d’impresa.

Il credito d’imposta del 65% maturato tramite il Bonus Sport 2022 per le erogazioni liberale effettuate nel corso dell’anno solare 2022 spetta nei limiti del 10×1000 dei ricavi dell’anno e suddiviso in tre quote annuali dello stesso importo. L’importo complessivo riconosciuto ai soggetti non può essere superiore ai 13.2 milioni di euro. Il credito d’imposta può essere utilizzato esclusivamente in compensazione tramite modello F24 da utilizzare tramite i servizi telematici dell’Agenzia delle Entrate.

Le istruzioni per presentare le domande il 15 ottobre

La domanda per ottenere il credito d’imposta per lo Sport Bonus 2022 in relazione alle erogazioni liberali effettuate va presentata all’Ufficio per lo Sport della Presidenza del Consiglio die Ministri. La prossima data, quella del 15 ottobre, è la seconda del 2022 ed entro 30 giorni da quella data (quindi fino al 14 novembre) i soggetti interessati possono presentare la relativa domanda.

Per presentare la domanda bisogna scaricare e compilare l’apposito modulo e inviarlo all’indirizzo ufficiosport@pec.governo.it inserendo per conoscenza anche l’indirizzo servizioprimo.sport@governo.it. La mail dovrà avere come oggetto “Sport Bonus 2° finestra 2022 + denominazione impresa + codice fiscale”.

Una volta inviata la domanda il Servizio Primo del Dipartimento invia un codice seriale identificativo all’email del richiedente. Successivamente, come avvenuto lo scorso 24 agosto per le domande presentate nella prima finestra (entro il 15 luglio), il Dipartimento pubblicherà sul proprio sito l’elenco delle imprese che sono state autorizzate all’erogazione liberale in denaro e che otterranno il credito d’imposta.

Per ottenerlo i soggetti autorizzati dovranno effettuare l’erogazione in denaro nei 10 giorni successivi alla pubblicazione dell’elenco secondo le modalità di pagamento che sono presenti all’interno del modulo compilato per presentare la domanda. Entro i successivi 10 giorni dal ricevimento dell’erogazione i soggetti che le hanno ricevute hanno l’obbligo di pubblicizzare, tramite i mezzi informatici, delle somme ricevute e, entro il 30 giugno di ogni anno, di dare conto al Dipartimento per lo Sport dell’avanzamento dei lavori e delle somme utilizzate.

Questo articolo ha 0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Cerca