skip to Main Content
Circ.ne Clodia, 88 - 00195 Roma (RM) +39 06 39722933 info@studio-code.it
Bonus Collaboratori Sportivi

Bonus collaboratori sportivi: facciamo chiarezza

Una delle principali misure che viene adottata in tutti i provvedimenti per il contenimento del contagio da Covid-19 è quella relativa al distanziamento sociale. È quindi evidente come i settori maggiormente colpiti – e quindi le primissime attività a essere state oggetto delle chiusure – siano stati quelli dello sport, individuale e dilettantistico.

Tra le varie misure del governo contenute nel Decreto Ristori, oltre a quelle per stanziare contributi a fondo perduto e consentire l’accesso alla cassa integrazione, sono stati previsti nuovi bonus per i collaboratori sportivi. Come accaduto con l’indennità dei mesi di marzo e aprile, è necessario fare chiarezza su chi può richiedere questo contributo e qual è la procedura prevista.

Bonus giugno e novembre per i collaboratori sportivi

La confusione in materia di bonus per i collaboratori sportivi nasce dai diversi provvedimenti emanati da Sport e Salute (l’ente che si occupa della gestione delle domande per l’erogazione del contributo) e l’interpretazione della normativa vigente. È quindi fondamentale fare chiarezza. Per farlo è necessario distinguere tra due tipologie di collaboratori sportivi che possono richiedere il bonus:

  • Coloro che hanno già beneficiato dell’indennità nei mesi precedenti;
  • Coloro che presentano la richiesta per la prima volta a novembre 2020.

Le procedure sono diverse ed è fondamentale distinguerle.

Collaboratori sportivi che hanno già beneficiato del bonus

Per i collaboratori sportivi che hanno già beneficiato del bonus dei mesi precedenti (marzo, aprile, maggio o giugno), riceveranno automaticamente l’indennità di 800€. Come ricordato da Sport e Salute, tale bonus spetta ai “collaboratori che, in conseguenza dell’emergenza da COVID-19, hanno cessato, ridotto o sospeso la loro attività”.

Procedura per il bonus novembre per i collaboratori sportivi

Parallelamente vi è il caso di quei collaboratori sportivi che non hanno ricevuto il precedente bonus e per il mese di novembre presenteranno la domanda per la prima volta. Rientrano tra i soggetti beneficiari di questa indennità i collaboratori sportivi che non rientrano nell’ambito di quanto stabilito dall’articolo 84 del Decreto Rilancio e non devono aver percepito il Reddito di Cittadinanza o altro reddito da lavoro nel mese di novembre. Inoltre il bonus novembre non è cumulabile con l’indennità prevista dagli articoli 19, 20, 21, 22, 27, 28, 29, 30,38 e 44 del decreto Cura Italia. I collaboratori sportivi per poter presentare la domanda per il bonus novembre 2020 devono avere un rapporto di collaborazione attraverso ASD e SSD riconosciute dal CONI o dal CIP, dalle federazioni sportive o dagli enti di promozione sportiva e regolarmente iscritte al Registro delle associazioni sportive dilettantistiche.

Inoltre per il rapporto di collaborazione per cui si fa domanda l’attività per il mese di novembre deve essere stata ridotta o sospesa a causa del COVID-19 e non rientrare nell’ambito del decreto Cura Italia.

La domanda può essere presentata esclusivamente per via telematica attraverso la piattaforma dedicata attraverso una prima prenotazione via SMS al numero 3399940875 con riportato nel testo il proprio codice fiscale. Dopo l’invio dell’SMS si riceverà un appuntamento e un codice di prenotazione da utilizzare al giorno e all’orario indicato per l’accreditamento sulla piattaforma. Quindi si procede con la compilazione e l’invio della domanda avendo cura di inserire i dati e i documenti richiesti. Questi sono la copia del proprio documento d’identità e il codice fiscale, quella del contratto di collaborazione con i relativi dati, il proprio IBAN e il dato del valore complessivo dei compensi ricevuti per collaborazioni sportive nel periodo d’imposta 2019.

In caso di necessità Sport e Salute ha attivato il numero dedicato 0632722020 o l’indirizzo email collaboratorisportivi@sportesalute.eu rivolto esclusivamente a coloro che stanno presentando per la prima volta la domanda per l’ottenimento dell’indennità.

Questo articolo ha 0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

×Close search
Cerca

Gentile Utente, ti avvisiamo che il nostro sito utilizza, oltre a cookie tecnici, anche cookie di profilazione propri e di terze parti. Ti preghiamo di leggere attentamente la nostra informativa estesa, ove ti forniamo indicazioni sull’uso dei cookie e ti viene data la possibilità di negare il consenso alla loro installazione ovvero di scegliere quali specifici cookie autorizzare. Per maggiori informazioni consulta l’informativa privacy.