skip to Main Content
Circ.ne Clodia, 88 - 00195 Roma (RM) +39 06 39722933 info@studio-code.it
5x1000 2021 Per Le ASD

5×1000 2021 per le ASD: come iscriversi

Mai come in questo periodo storico di grande difficoltà generale è fondamentale poter contare sulle risorse economiche che arrivano dal 5×1000. E lo è in maniera ancora più decisiva per le Associazioni Sportive Dilettantistiche che nel corso dell’ultimo anno hanno visto ridotte o completamente sospese le proprie attività professionali.

Per questo è importante scoprire quali sono i requisiti e la procedura che le ASD devono seguire per potersi iscrivere per ottenere il 5×1000. Dallo scorso 8 marzo è possibile presentare la domanda di iscrizione al 5×1000 per l’anno 2021 ed è importante conoscere i dettagli essendo cambiati, con il DPCM del 23 luglio 2020, diversi aspetti della tradizionale procedura di iscrizione.

Cosa cambia per le ASD

La prima novità riguarda l’esenzione, da parte delle ASD iscritte nell’elenco permanente, di inviare nuovamente la domanda di iscrizione per il 5×1000 per l’anno 2021. Inoltre non è più necessario presentare sia la domanda di iscrizione che, successivamente, la dichiarazione sostitutiva. È stato infatti uniformata la presentazione della domanda tramite la dichiarazione sostitutiva dell’atto di notorietà, un’autocertificazione nella quale si dichiara di essere in possesso dei requisiti necessari per essere iscritti all’elenco degli enti che possono richiedere il 5×1000.

Il calendario delle date del 5×1000 2021

La data dalla quale è possibile presentare la domanda d’iscrizione è l’8 marzo 2021 e il 12 aprile 2021 è quella ultima entro la quale va inoltrata. Entro il 20 aprile verrà pubblicato l’elenco provvisorio degli iscritti ed entro il 30 aprile è possibile inviare la richiesta di correzione delle domande. Infine entro il 10 maggio verrà pubblicato l’elenco definitivo degli iscritti.

I requisiti

È il CONI l’ente competente che, in accordo con l’Agenzia delle Entrate, stabilisce i requisiti per l’iscrizione delle ASD all’elenco degli enti che possono ricevere e beneficiare del 5×1000 per il 2021. Tra i requisiti fondamentali di cui le ASD devono essere in possesso vi è l’ottenimento del riconoscimento dei “fini sportivi” rilasciato dal CONI e l’affiliazione a una federazione sportiva nazionale (o a una disciplina sportiva associata o a un ente di promozione sportiva). Tra i requisiti fondamentali vi è la presenza di un settore giovanile e lo svolgimento prevalente da parte dell’Associazione Sportiva Dilettantistica di attività di formazione allo sport rivolte ai giovani con meno di 18 anni o di attività sportiva in favore di under 60 o persone disagiate dal punto di vista fisico o psicologico.

La procedura

Come specificato nell’apposito comunicato stampa dell’Agenzia delle Entrate tra le novità di quest’anno vi è anche la modalità di presentazione. Le Associazioni Sportive Dilettantistiche (ASD), infatti, “utilizzeranno modello e software distinti da quelli degli enti del volontariato. In particolare, l’applicativo per l’iscrizione degli enti del volontariato è disponibile sul sito dell’Agenzia delle entrate, mentre quello per l’iscrizione delle associazioni sportive dilettantistiche è disponibile sul sito del CONI, mediante collegamento con il sito dell’Agenzia delle entrate, nonché sul sito della stessa Agenzia”.

Il modulo per richiedere l’iscrizione è composto da quattro sezioni. La prima riguarda i dati e i recapiti dell’ente che fa richiesta dell’iscrizione all’elenco per beneficiare del 5×1000 per il 2021. La seconda sezione riguarda i dati del rappresentante legale, mentre la terza la dichiarazione del possesso dei requisiti previsti (affiliazione, riconoscimento CONI, eccetera). La quarta e ultima sezione è relativa alla presentazione telematica che deve essere compilata dall’intermediario che trasmette la domanda.

Una volta presentata la domanda si otterrà, nel caso di compilazione corretta, l’attestazione per l’avvenuta ricezione dell’istanza da parte del sistema che l’ha ricevuta. In caso di errori o discordanze nelle informazioni sarà l’ASD a comunicare le variazioni necessarie utilizzando gli appositi modelli anagrafici, ovvero il modello AA7/10 per i titolari di partita IVA e il modello AA5/6 per i soggetti non titolari di partita IVA.

Questo articolo ha 0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

×Close search
Cerca

Gentile Utente, ti avvisiamo che il nostro sito utilizza, oltre a cookie tecnici, anche cookie di profilazione propri e di terze parti. Ti preghiamo di leggere attentamente la nostra informativa estesa, ove ti forniamo indicazioni sull’uso dei cookie e ti viene data la possibilità di negare il consenso alla loro installazione ovvero di scegliere quali specifici cookie autorizzare. Per maggiori informazioni consulta l’informativa privacy.